Descrizione

Il Club C.U.A.E di Terni e la Scuderia Campello, come già avvenuto per i comuni di Cittàreale, Accumoli ed Amatrice organizzano un INCONTRO DI SOLIDARIETA’ in Avendita di Cascia.

L’evento si svolgerà domenica 28 Maggio 2017. La quota di partecipazione è di 15 euro per gli adulti e di 5 euro per i bambini. Le quote, detratte le spese organizzative, saranno devolute per beneficenza.

La quota comprende la colazione, il pranzo ed un ricordo di partecipazione.

Le prenotazioni dovranno pervenire entro il 20 Maggio.

NB:-Gli equipaggi provenienti da Terni – Rieti – Roma – Orvieto – Carsoli – Viterbo e zone limitrofe – Appuntamento Ore: 11:00 a BORGO CERRETO

PROGRAMMA:

ore 9:30 Ritrovo equipaggi presso il piazzale delle Fonti del Clitunno. Espletamento delle formalità.

ore 10:30 Partenza per Avendita di Cascia

ore 12:00 Incontro con la Pro- Loco di Avendita ed i suoi abitanti.

ore 13:00 Pranzo

AVENDITA

è una frazione umbra del comune di Cascia in provincia di Perugia.

Il paese, abitato da 148 persone (dati Istat, censimento 2001), è situato ad un’altitudine di 873 ms.l.m. e domina l’altipiano omonimo, posto lungo la strada che collega Cascia a Norcia attraverso la Valle Onica. Un tempo centro agricolo circondato da vigneti e campi coltivati, oggi è meta di turismo estivo.

Storia

La villa sorse su un insediamento romano o pre-romano, come dimostrano i numerosi reperti ed epigrafi latine trovati soprattutto nei pressi della chiesa parrocchiale di San Procolo. Non si hanno notizie sull’origine del nome del paese, che apparse per la prima volta nel 1080 (Aventedani) in una donazione fatta all’abate Berardo di Farfa di alcuni beni di un certo Arduino Prete, figlio di Letone, castaldo nel Ducato di Spoleto.

La storia del paese è stata segnata da cinque importanti eventi sismici: i terremoti del 1599, 1703, 1730, 1979 e 2016.

Del terremoto del 1599 non si hanno molte notizie, ma provocò enormi danni sia nel paese che nelle zone limitrofe.Di quello del 1703 si sa che il paese fu quasi totalmente distrutto: di 177 abitanti ne sopravvissero solo 29. La tragedia si verificò in una notte d’inverno, quando i focolai erano tutti accesi per riscaldare le case di legno: fu così che si verificarono una serie di incendi che uccisero la maggior parte della popolazione. Il sisma distrusse anche il vicino castello medioevale chiamato Castello Innocente o Cieca Cascia. Il successivo terremoto del 1730 colpì la popolazione che ancora non aveva provveduto alla ricostruzione del paese. 

Il sisma distrusse anche il vicino castello medioevale chiamato Castello Innocente o Cieca Cascia. Il successivo terremoto del 1730 colpì la popolazione che ancora non aveva provveduto alla ricostruzione del paese

Nel 1979 un altro terremoto di notevole intensità colpì la zona. Non ci furono vittime ma il paese fu di nuovo distrutto e la popolazione costretta a vivere in alloggi provvisori fino a quasi la metà degli anni ’90.

Nel 2016 Avendita subisce notevoli danni derivanti dalle forti scosse di terremoto del 24 agosto, del 26 ottobre e del 30 ottobre 2017, fortunatamente senza vittime. I residenti però sono costretti ad abbandonare le proprie abitazioni pericolanti.