Descrizione

Il C.U.A.E. ricorda la ricorrenza, quest’anno, dei 110 anni della fondazione della LANCIA

 

La manifestazione vuole essere un contributo per ricordare i grandi valori tecnici espressi dalla Casa torinese nella realizzazione delle sue automobili, sotto il profilo sia dei motori, della carrozzeria, della meccanica. La Lancia è stata sempre sinonimo di innovazione nella tecnica automobilistica: la carrozzeria portante,  le sospensioni a ruote indipendenti, il motore con cilindri a “V” stretto, l’uso di leghe sono state soluzioni tecniche varate in grande anticipo rispetto al panorama motoristico mondiale.

La Lamda, l’Aprilia, l’Aurelia, sono stati tra i  modelli che maggiormente hanno rappresentato tale spirito di innovazione e di genialità;  esempi di quella genialità italiana che ha fortemente contribuito all’ evoluzione  della tecnica e dell’industria automobilistica  italiana e mondiale.

La manifestazione è programmata per sabato 12 novembre, alle ore 18,  presso la “Carrozzeria Begliomini” di Terni, il cui proprietario Roberto, grande appassionato di auto storiche, nonché esperto restauratore, conserva splenditi modelli LANCIA; in particolare si renderà un omaggio al modello “Aurelia” ed al progettista del suo motore “V6” l’ingegnere Francesco De Virgilio.

Il convegno, al quale parteciperanno i figli dell’ing.Francesco De Virgilio, sarà così articolato:

 

Presentazione: Arch.Paolo Battistelli (Socio Fondatore del Club)

 

  • Storia di un restauro d’eccellenza
    Aurelia B24 spider
  • Il “ V6 “ Aurelia:
    progetto meccanico raffinato dell’ Ing. Francesco De Virgilio
LA MANOVELLA – DICEMBRE 2016
visualizza la locandina

La manifestazione ha avuto la presenza di un numeroso pubblico; è stata onorata dalla presenza di funzionari A.S.I. tra cui il vicepresidente Piaquadio e la giornalista Francesca Grimaldi, da Giovanni De Virgilio, figlio dell’ingegnere Francesco De Virgilio, progettista del motore V6 Aurelia. Il presidente del C.U.A.E. Liborio Libori ha salutato i convenuti mettendo in risalto il valore culturale della manifestazione; l’architetto Paolo Battistelli, coordinatore dell’evento, ha esposto i vari brevetti Lancia ancora oggi in essere; l’ingegnere Fabrizio Granaroli ha spiegato gli studi con i relativi calcoli effettuati da De Virgilio nella progettazione del primo motore V6 al mondo; infine, Roberto Begliomini, “padrone di casa”, ha raccontato e mostrato con un’ampia galleria di immagini il complesso e certosino restauro di una delle sue Aurlia B24.